Se la pressione della caldaia dovesse essere troppo alta, ci sono delle conseguenze che non vanno ignorate perché sono dei campanelli d’allarme importanti.

Che cosa succede se la pressione è eccessiva

Se la pressione della caldaia è troppo alta e durante il funzionamento supera i 3 bar, entra in funzione un sistema di sicurezza che apre una valvola, la quale ha proprio il compito di far uscire l’acqua in eccesso. Per tanto, si possono osservare alcune gocce d’acqua che cadono dalla caldaia. Le perdite di acqua si potrebbero verificare anche dai caloriferi installati in casa per riscaldare l’ambiente. In caso di perdite, occorre quindi confrontarsi il prima possibile con un valido tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Rinnai a Roma.

Come far scendere la pressione della caldaia

Per far scendere la pressione della caldaia è sufficiente far uscire l’acqua in eccesso. Per farlo, si devono sfiatare i caloriferi. Su ogni termosifone dovrebbe trovarsi una valvola in alto, detta appunto valvola di sfiato. È sufficiente aprirla svitandola con le mani e far scurire un po’ di acqua. L’operazione andrebbe ripetuta su ogni termosifone per far uscire anche eventuale vapore acqueo e condensa che si formano normalmente per via della presenza di acqua molto calda durante l’accensione del sistema. Trascorsa una mezz’ora circa, occorre controllare nuovamente il manometro della caldaia e valutare se l’operazione è andata a buon fine. Se così non fosse o se il problema si ripresentasse puntualmente, meglio prenotare un servizio di manutenzione e assistenza caldaie Rinnai a Roma.

Perché non sottovalutare la pressione alta

La pressione alta della caldaia, purtroppo, spesso viene sottovalutata perché produce conseguenze meno evidenti rispetto a quando la pressione è bassa. Tuttavia, si tratta di un enorme errore perché, come succede al corpo umano, la pressione alta mette sotto sforzo i vari elementi fino a provare danni ingenti che costringono a spendere molto denaro. Conviene fin da subito farci più attenzione e, inoltre, investire in un regolare servizio di manutenzione e assistenza caldaie Rinnai a Roma che include proprio anche il controllo della pressione.

Di Grey